fbpx

Colonscopia, rettocolonscopia, polipectomia endoscopica

La colonscopia è un esame mediante il quale lo Specialista può osservare dall’interno il grosso intestino per valutare la normalità o meno della mucosa colica. Il colonscopio è un tubo flessibile di 9-10 mm di diametro dotato di un sistema a fibre ottiche che una volta introdotto attraverso il canale anale nel colon, ne consente una esplorazione con una affidabilità ed una attendibilità molto vicina al 100%. Permette anche di ottenere in modo semplice ed indolore dei campioni di tessuto da esaminare. La colonscopia potenzialmente può essere causa di dolore addominale. Questo può essere dovuto alla conformazione anatomica dell’intestino, ad aderenze secondarie a precedenti interventi chirurgici oppure a particolare elevata sensibilità individuale.

Cosa fare prima dell’esame?

Seguire scrupolosamente le istruzioni fornite per la preparazione (scarica la preparazione): una perfetta pulizia dell’intestino è fondamentale per una sua osservazione ottimale. Bisogna evitare di assumere farmaci contenenti ferro o carbone nei due giorni che precedono l’esame. In caso di scarsa pulizia sarà necessario rinviare l’esame e ripetere la pulizia in modo più scrupoloso.

Per esami effettuati con sedazione cosciente portare in visione i seguenti esami:

  • EMOCROMO
  • PT
  • PTT
  • FIBRINOGENO
  • ECG (elettrocardiogramma)
  • COLINESTERASI
  • AZOTEMIA
  • GLICEMIA

Come si svolge l’esame?

Dopo essersi spogliato ( scarpe, gonna o pantaloni ecc., il paziente viene fatto accomodare su un lettino e quindi posizionato sul fianco sinistro. Lo strumento viene ovviamente introdotto attraverso l’ano preventivamente esplorato e lubrificato e fatto proseguire, possibilmente, fino alla parte destra del grosso intestino.
Le possibilità di successo dipendono dalle condizioni di pulizia, della conformità dell’ intestino, e anche dalla collaborazione del paziente. L’immissione dell’aria allo scopo di distendere le pareti dell’intestino per avere una visione ottimale può provocare qualche fastidio e/o dolore. Il paziente può infatti avvertire la sensazione di dover “scaricare”, o avvertire gonfiore all’addome.
Il Medico deve essere subito messo al corrente di queste sensazioni in modo che possa comportarsi di conseguenza.
L’esame dura circa 15 minuti (potrà essere necessario un tempo un po’ più lungo, in relazione alla difficoltà). Le complicanze della colonscopia solo diagnostica sono comunque inferiore al 4 per mille.

Cosa fare dopo l’esame

Al termine dell’esame, dopo qualche minuto di riposo, il paziente può ritornare al proprio domicilio. Il referto dell’endoscopia viene consegnato subito, mentre per l’esito di eventuali biopsie o altro tessuto (per es. polipi) è necessario attendere qualche giorno. Per qualche ora continuerà ad avvertire una discreta sensazione di gonfiore addominale, che sparirà spontaneamente. Qualora, nelle ore successive all’esame, dovesse avvertire dolore addominale o notare l’emissione di feci nere o con sangue, deve contattare il Servizio di Endoscopia chiamando i numeri sotto elencati.

 


Richiedi subito una prenotazione
o chiama direttamente lo
06 8505 (sempre attivo)




Nome - Cognome *:

Esame da eseguire *:

Indirizzo email *:

Inserisci Telefono* :

Informazioni Aggiuntive :

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy riportata qui

inserisci questo codice: captcha

× Chat