Il servizio di Diagnostica Ecografica Pediatrica di Artemisia offre una consulenza completa e qualificata su tutta la diagnostica ecografica del bambino.

L’ecografia permette di esplorare gli organi interni del bambino per mezzo di onde ultrasonore ad alta frequenza., senza radiazioni e senza danni per il piccolo paziente.

L’ecografia pediatrica rappresenta una specialità nella specialità, e’ necessario ad eseguirla e’ un radiologoche abbia un’esperienza specifica nell’ambito della pediatria, e che quindi conosca gli oprgani che durante le diverse fasi dello sviluppo. Nel nostro centro, tale tecnica è affidata a specialisti con la massima competenza che sono i ngrado di eseguire nelel diverse fasi dell’infanzia, fin dalla nascita, tutti gli esami più delicati, con il massimo delle competenz e di consocenza delle patologie che possono affliggerere i piccoli.

Tra questi si eseguono pertanto tutti i seguenti esami:

 ECOGRAFIA TRANSFONTANELLARE:
L’ecografia encefalica transfontanellare permette lo studio, attraverso la fontanella anteriore ancora pervia, dei tessuti cerebrali e dei ventricoli.
Le indicazioni all’esame sono di solito:
– incremento eccessivo della circonferenza cranica,
– screeening emorragico nei prematuri,
– infezioni pre e postnatali,
– anomalie congenite.
L’esame consiste nel passare una sonda, ricoperta di gel, sulla fontanella anteriore del bambino posizionato supino.
Il medico radiologo acquisirà una serie di immagini per una durata approssimativa di circa 15 minuti. Con l’ausilio di una metodica ecografica chiamata Doppler è possibile inoltre studiare il flusso sanguigno cerebrale.

ECOGRAFIE DELLE ANCHE:
Permette lo studio delle articolazioni delle anche ed è consigliabile dal secondo mese di età. Consente di valutare i rapporti articolari e la maturità delle articolazioni stesse.
Le indicazioni all’esame, oltre allo screening neonatale, comprendono:
– la positività a manovre ortopediche con sospetto di displasia,
– familiarità per displasia dell’anca,
– presentazione podalica al parto.

A bambino supino, con l’ausilio di particolari cuscini per tenerlo immobile, lo specialista posizionerà la sonda ecografica sulle anche del piccolo paziente ed acquisirà una serie di immagini.
L’esame dura pochi minuti.

ECOGRAFIA ADDOMINALE
Permette lo studio degli organi addominali come fegato, colecisti e vie biliari comprese, milza, pancreas, reni e vescica. Consente anche lo studio dei principali vasi addominali con il Doppler.
Le indicazioni principali, ma non le uniche, comprendono:
•    dolori addominali,
•    incremento volumetrico di alcuni organi addominali,
•    stenosi ipertrofica del piloro (causa di vomiti ripetuti in neonati).
Anche l’appendicite, in alcuni casi, può essere diagnosticata con l’esame ecografico.
La preparazione all’esame richiede il digiuno, la cui durata varia a seconda dell’età del bambino.
Il medico radiologo passa la sonda ecografica sull’addome del bambino supino visualizzando in tempo reale gli organi addominali ed acquisendo le immagini.

ECOGRAFIA RENALE
Permette lo studio di entrambi i reni, le vie urinarie e la vescica. Non consente di valutare la funzionalità renale.
Le indicazioni all’esame comprendono:

  • – diagnosi malformative prenatali (ad es. idronefrosi),
  • – infezioni delle vie urinarie,
  • – sangue nelle urine,
  • – ipertensione,
  • – dolori addominali (ad es. calcolosi renale),
  • – familiarità per patologia renale (ad es. cisti renali).

Viene richiesta anche in alcune sindromi che possono comprendere anomalie renali o delle vie urinarie.
Generalmente non occorre preparazione all’esame ma se, ad esempio, viene eseguita per la presenza di sangue nelle urine, sarà necessario avere la vescica piena. In questo caso occorrerà bere diversi bicchieri di acqua prima dell’esame.
I reni verranno studiati sia in posizione supina che prona.

ECOGRAFIA DEL REFLUSSO GASTRO ESOFAGEA
Viene richiesta nel sospetto di un reflusso specie nei bambini prematuri e che nei primi mesi di vita manifestano pianto ingiustificato nelle ore del tardo pomeriggi e della sera!

ECOGRAFIA PELVICA
Permette lo studio degli organi pelvici prevalentemente nelle femmine (utero ed ovaie) ma può essere eseguito anche nei maschi e per lo studio della vescica.
Le indicazioni all’esame comprendono:

  • – dolori pelvici
  • – ricerca di eventuali masse patologiche.
  • – sospetta pubertà precoce
  • – sospetto telarca precoce

È generalmente necessario effettuare l’esame a vescica piena e pertanto il paziente dovrà bere diversi bicchieri di acqua prima di effettuarlo.
A bambino supino verranno acquisite le immagini; a fine esame il bambino dovrà svuotare la vescica per valutare un eventuale residuo di urina nella stessa.

 Per l’elenco completo degli esami di diagnostica ecografica dell’adulto clicca qui

Il servizio è coordinato da due specialisti del settore:

 

Richiedi subito una prenotazione
o chiama direttamente lo
06 8505 (sempre attivo)




Nome - Cognome *:

Esame da eseguire *:

Indirizzo email *:

Inserisci Telefono* :

Informazioni Aggiuntive :

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy riportata di seguito

[mailpoetsignup* mailpoetsignup-755 mailpoet_list_8 "Voglio iscrivermi alla Newsletter ALTAMEDICA"]

Ai sensi dell'art. 13 del Codice in Materia di Protezione dei Dati Personali (D. Lgs. n. 196/2003), La informiamo che i dati personali e sensibili che La riguardano e da Lei forniti mediante compilazione del modulo informatizzato del servizio di prenotazione on line, vengono acquisiti per le finalità inerenti la prenotazione telematica della prenotazione e non saranno oggetto di comunicazioni non autorizzate. In particolare, i dati relativi al numero di telefono (abitazione o cellulare) e all'indirizzo di posta elettronica (e-mail) vengono chiesti per confermarLe la richiesta di prenotazione, per inviare un promemoria della prenotazione o, più in generale, per poterLa contattare in caso di necessità. Il titolare del trattamento è l'Artemisia spa con sede legale in Viale Liegi 45, 00198 Roma. I dati verranno trattati da personale appositamente autorizzato, nel rispetto delle vigenti disposizioni in materia di tutela dei dati personali. Il conferimento dei dati è necessario per poter usufruire del servizio.